Notizie

INAUGURAZIONE MUSEO DEL CANALE BIFFIS

03.03.2017 22:31

E' stato inaugurato domenica 19 Febbraio il Museo del Canale Biffis alla centrale idroelettrica di Bussolengo. L'incontro con il pubblico e i giornalisti è avvenuto a Villa Spinola a cui è seguito il taglio del nastro alla centrale e la visita guidata al museo. Il sindaco di Bussolengo Paola Boscaini ha introdotto l'evento: "Siamo riusciti finalmente ad aprire questo museo che oltre a essere utile ai fini didattici per far conoscere la produzione di energia pulita vuole valorizzare un opera architettonica ed ingegneristica molto importante come il Canale Biffis, costruita in tempo di guerra con l'aiuto anche di prigionieri inglesi e neozelandesi. L'opera potrà essere visitata per gruppi accompagnati dai volontari del "Pagus Pictus". Il museo sarà inserito nel circuito delle centrali del Trentino, già molto frequentate. Un vantaggio considerevole viene dal fatto che sul Biffis corre la Ciclovia del Sole e l'auspicio è che possa portare tanti turisti a visitare l'impianto: "L'idea è quella di realizzare, sulla ciclabile, in prossimità della centrale, un luogo di sosta e un punto di ristoro. Il governatore del Veneto Luca Zaia ha inviato un messaggio riconoscendo l'importanza dell'opera realizzata con la fatica di tante persone, un esempio di impegno e perseveranza per realizzare i propri sogni.

Lorenzo Cattani, amministratore delegato di Hydro Dolomiti Energia, la società che gestisce il canale e le due centrali di Bussolengo e Chievo spiega che l'approcio è ora decisamente più rivolto verso il territorio e la gente: "Cerchiamo di valorizzare quello che è stato fatto nel passato senza alterarlo in maniera significativa. Le nuoive tecnologie non hanno stravolto l'impianto originale ma hanno garantito l'integrità architettonica e paesaggistica dell'insieme. L'apertura del Museo del Biffis a Bussolengo cerca di avvicinare la gente e il territorio alle realtà industriali facendole conoscere ed apprezzare".

Claudio Malini, autore del libro sul Canale Biffis ha l'incarico, da vero esperto, di accompagnare i presenti alla visita e anticipa alcune caratteristiche: " I  lavori del canale si svolgono fra il 1938 e il 1943 nel periodo di guerra a sono eseguiti a mano con picconi e cariole e con l'aiuto in qualche raro caso di rudimentali macchine escavatrici. La lunghezza è di 48km e la pendenza di 8m (0,2x1000) a Bussolengo il salto è di 38m e al Chievo di 25m. 6 milioni i metri cubi di scavi all'aperto e 8 km di gallerie. Lungo il suo percorso il canale viene attraversato da 54 ponti e ci sono voluti  900.000 metri cubi di calcestruzzo per un costo complessivo di un miliardo di lire dell'epoca".

Paolo Artelio, Presidente Consorzio Lago di Garda Veneto sottolinea la valenza turistica dell'apertura del museo  ricordando che il paese di Bussolengo, inserito nelle zone turistiche che fanno riferimento al lago, ha ora una nuova attrattiva che, collegata alla rete ciclabile  che lo attraversa può generare una forte spinta economica.

Il museo è già aperto al pubblico ed è possibile prenotare una visita guidata telefonando al N° 0456769090  (Pagus Pictus)

>>

APERTURA MOSTRA-MUSEO DEL CANALE BIFFIS

16.02.2017 22:49

 

Sarà inaugurata domenica mattina 19 febbraio la Mostra /Museo permanente relativa al Canale Biffis, allestita presso la Centrale Idroelettrica di Bussolengo.

Grazie ad una piena condivisione d’intenti tra le proposte avanzate dall’amministrazione di Bussolengo e la disponibilità della dirigenza della società Hydro Dolomiti Energia, che gestisce la centrale di Bussolengo, si è riusciti ad arrivare alla creazione di un percorso espositivo permanente, sull’ideazione la progettazione e la costruzione del Canale Biffis.

I lavori di costruzione del canale iniziarono nel 1929 ma subirono presto una sospensione dovuta alla crisi economica mondiale. Ripresero solo una decina d’anni più tardi e vennero portati al termine entro il 1943, in piena Guerra Mondiale. L’opera risultava da subito titanica, con la maggior parte degli scavi eseguiti a mano e con metodi di lavoro oggi inimmaginabili. La valle dell’Adige veniva trasformata in un enorme cantiere dove, alle varie imprese partecipanti veniva affidato un tratto del canale. In pochi anni, si vide nascere  e portare a compimento una grandiosa opera di ingegneria, mirabile e ancora oggi apprezzata.

Il museo contiene una cospicua documentazione storica con planimetrie, foto originali delle varie fasi dei lavori di costruzione. La complessa ricerca documentale è anche raccolta in un volume monografico del prof. Claudio Malini, dal titolo: Il Canale Biffis, visionabile all’interno dell’aera espositiva.

La centrale funziona tuttora a pieno regime, dopo oltre settant’anni dalla sua costruzione e, seppur con le dovute modifiche e gli aggiornamenti tecnologici dovuti alle più restrittive norme di sicurezza, produce l’energia necessaria ad un bacino d’utenza di oltre 800.000 persone. Tutto questo utilizzando una fonte rinnovabile e non inquinante,: un aspetto assolutamente importante da considerare come esempio e da trasmettere alle future generazioni.

Il Sindaco Boscaini, che insieme all’ing. Lorenzo Cattani, amministratore delegato e direttore di Hydro Dolomiti Energia, hanno condiviso e creduto nel valore di questa esposizione, si dichiara molto soddisfatta di poter offrire alla cittadinanza e ai visitatori, una memoria storica di quella che fu e rimane una grande opera di ingegneria e di costruzione, che ha rivoluzionato la qualità della vita della popolazione della provincia veronese.

La mostra, allestita presso la centrale di Via Azzolini, a Bussolengo, sarà visitabile da gruppi e scolaresche, già a partire dalle prossime settimane, grazie alla disponibilità dei volontari del progetto Pagus Pictus.


Maggiori informazioni

 

 

>>

FIERA DI SAN VALENTINO 2017

08.02.2017 12:40


 E’ in dirittura d’arrivo la 306^ edizione della Fiera di San Valentino. Quest’anno il programma si sviluppa in 11 giorni densi di eventi ed iniziative che animeranno il paese attraendo come sempre numerosi visitatori.

Come gli anni scorsi il tema dell’amore è il filo conduttore dell’evento e la novità è la creazione del marchio “La Rosa Di San Valentino”, simbolo dell’”Eternamore”. Sullo stesso tema è la panchina a forma di cuore che verrà inaugurata in Piazza Della Vittoria.

Le 306 edizioni ininterrotte della fiera di S.Valentino la collocano al primo posto in Italia come longevità  e, come da secoli essa è un punto di riferimento per il mondo agricolo, in questo periodo in continua evoluzione. Inoltre lo scopo è quello di promuovere il comparto industriale e produttivo e farlo conoscere anche a livello internazionale. Sarà presente l’esposizione di macchine ed attrezzi agricoli, prodotti vivaisti, autoveicoli oltre che prodotti alimentari ed artigianali. Si terrà il mercato del bestiame e il battesimo della sella mentre alla Fiera Campionaria saranno presenti oltre 60 espositori.

Non potrà mancare, per tutta la durata della fiera il tradizionale Luna Park che quest’anno ritorna nella sua sede storica: il Piazzale Vittorio Veneto. Tutto intorno si terrà il mercato ambulante.  

Nella cornice prestigiosa di Villa Spinola sarà organizzata la Fiera degli Sposi, location destinata dal Comune ai matrimoni civili.

Anche quest’anno si svolgerà il concorso gastronomico: “La tripa pì bona de S.Valentin” che vedrà la premiazione sabato 11 al Palatenda mentre il concorso “La torta di S.Valentino”  dovrà ispirarsi alla Rosa di S.Valentino e la premiazione è prevista domenica  12 alla sala consiliare del Comune.

Da una collaborazione con le amministrazioni di Isola Della Scala e di Valeggio Sul Mincio verrà allestito alla Fiera Campionaria uno spazio in cui si potrà pranzare apprezzando le specialità dei territori come i risotti di Isola, i tortellini di Valeggio e la trippa di S.Valentino. Sarà anche l’occasione per promuovere il Bacio di S.Valentino, il dolce creato l’anno scorso per l’occasione.

Il progetto Pagus Pictus accompagnerà i visitatori alla conoscenza del nostro patrimonio artistico con visite guidate e, nella chiesa di San Valentino si terrà, martedì 14 un concerto lirico. Lo stesso giorno verranno omaggiate le coppie che quest’anno festeggiano i 50, 55, 60 anni di matrimonio. Sabato 11 sarà premiato il nostro concittadino Serafino Rudari, artista di fama internazionale col “Bussolengo premia” e lo stesso giorno sarà premiato anche il creatore del logo “La rosa di S.Valentino”, Francesco MIchelon, studente dell’Istituto Salesiano S.Zeno.

Il Palaspettacoli sarà animato da intrattenimenti di vario tipo cominciando dai concerti della Al-B-Band e Dj Baldelli e del Corpo Bandistico Città di Bussolengo. Domenica 12 ci sarà la sfilata delle mascherine e la scuola di danza Up-Dance e la sera il divertente spettacolo “A tutto Ariel” con Marco Marzocca. Seguirà, lunedì 13, la musica di Vasco Rossi con gli Zero45Band e martedì 14 il musical: “Valentino, il santo degli innamorati” di Matteo Corradi. Nella biblioteca comunale è già allestita la Mostra dei modelli Navali a cura dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, di Lazise e in piazza 26 Aprile esporranno gli artigiani locali con L’angolo degli antichi mestieri, presso il Centro Sociale si terranno la Pesca di beneficienza e le mostre: Ricordi scolastici di Bussolengo e Ricami e lavori manuali. Il mondo dell’imprenditoria avrà il suo momento di visibilità grazie all’iniziativa “Bussolengo produce” , sabato 18 alla Fiera Campionaria. Domenica 19, conclude la manifestazione il “Grancarnevale bussolenghese” col ritorno della sfilata dei carri per le vie del paese.

Come si vede è un calendario fitto di eventi per tutti, dai grandi ai più piccoli, dove i protagonisti saranno i visitatori che verranno a Bussolengo in questi giorni… speriamo numerosissimi.

Scarica il programma completo

Per info Ufficio Manifestazioni tel. 045.6769961 / 939 manifestazioni@comune.bussolengo.vr.it

>>

ASSOCIAZIONI DI BUSSOLENGO

25.01.2017 21:58

Con gli auguri di Natale delle Associazioni Bussolenghesi delle casette di Natale fatte in piazza insieme al nostro sindaco sono partite una serie di iniziative che intendono valorizzare e promuovere la realtà sociale e associativa presente sul territorio.

La creazione di un comitato delle Associazioni effettuata alla fine dell’anno per rinforzare l’informazione e la comunicazione tra gli enti di volontariato ne è stata la prima pietra miliare. L’evento delle casette di Natale messe a disposizione delle Associazioni, è stato il primo esercizio di funzionamento. Adesso si procederà con l’obiettivo di coinvolgere il massimo numero delle associazioni bussolenghesi per oganizzare la prima Festa delle Associazioni a Bussolengo che avrà luogo l’ultimo fine settimana di maggio 2017, il 27 e il 28.

Questo appuntamento, avente come sottotema la parola “CONOSCIAMOCI” dedicherà in piazza un momento e uno spazio aperto ai volontari di tutte le associazioni e già dal sabato sera si aprirà a tutti i cittadini con spettacoli e attività ludiche e aggreganti fino all’indomani sera.

 

Il regalo di Babbo Natale

>>

CHIUSO IL PONTE DI ARCE'

20.01.2017 23:58

Dal 27 dicembre è chiuso al traffico il ponte di Arcè e già serpeggia fra la gente qualche malcontento. Il problema, già noto da tempo, è quello della inadeguatezza del parapetto ormai tanto deteriorato da risultare non sicuro al passaggio di pedoni o ciclisti, tanto è vero che già dal 2013 era chiuso a queste due categorie di utenti. Le ispezioni successive hanno rilevato inoltre l’urgenza di una sistemazione della rampa d’accesso al ponte dalla parte di Arcè, compromessa nelle sue strutture. Quindi la decisione della chiusura definitiva è stata presa congiuntamente dai comuni di Bussolengo e Pescantina nell’ultima riunione tecnica.

I lavori di sistemazione del manufatto vedranno presumibilmente il loro inizio entro la prima metà del 2017 e avranno una durata stimata di almeno tre mesi, salvo imprevisti. Dunque dovremmo aspettarci la riapertura verso la fine della prossima estate. Forse sarebbe stata auspicabile una sistemazione provvisoria con il passaggio ciclo pedonale e la messa  in sicurezza dei parapetti. Nel frattempo la popolazione dei due paesi avrà a disposizione i restanti ponti: quello recente di Pescantina, quello della superstrada e quello di Settimo, analogo per fattura ed età a questo di Arcè, ma ancora perfettamente agibile.

Il ponte di Arcè, come quello appunto di Settimo risale agli anni Cinquanta del secolo scorso e la struttura in cemento armato a cinque campate sorregge una carreggiata a una corsia, ormai inadeguata al traffico odierno. Per questo, da anni il traffico è regolato da un semaforo che ne alterna la circolazione.

La struttura andava a sostituire il porto o “passo volante” ubicato proprio nello stesso punto, il quale, da secoli serviva per l’attraversamento del fiume ed ha funzionato fino agli anni Quaranta. Si trattava di un sistema galleggiante atto a collegare le due sponde tramite l’uso di due scafi uniti da una piattaforma in legno che poteva trasportare anche carri e armenti. Il natante era collegato a un cavo (ràgano) ancorato alle due rive e la corrente stessa permetteva, mediante l’uso di un timone, lo spostamento da una riva all’altra. A guidare la attraversata il “barcarol” esigeva una modica cifra. Molti erano, nei secoli scorsi, questi sistemi di attraversamento semplici ed economici: Bussolengo ne contava almeno tre.  

Lo sfruttamento dell’Adige per fini idroelettrici e per l’irrigazione, con la costruzione dei vari canali,ultimo dei quali il Biffis nel 1944, portò al notevole abbassamento del livello dell’acqua e la conseguente difficoltà di navigazione dei barconi fluviali determinando la progressiva scomparsa di questa attività resa ormai obsoleta anche dal crescente aumento della mobilità su quattro ruote. Ora rimane, a testimonianza di quest’epoca passata, solo qualche sbiadita immagine fotografica e qualche nostalgico ricordo di chi, ormai anziano, ha vissuto quel periodo.

>>

A SCUOLA DI VIDEO !

29.12.2016 17:35

Parte a Febbraio 2017 il CORSO DI VIDEO-MAKER organizzato dall'Associazione Verona Report e rivolto a chi vuole incrementare le proprio conoscenze nell'arte del video.

Il videoreportage è ormai alla portata di tutti; anche con un semplice telefonino è possibile arrivare ad un risultato sorprendente confezionando un prodotto piacevolmente apprezzato. Si tratta di acquisire delle regole basilari e affinare quelle tecniche del linguaggio visivo attraverso le quali si arriva a raccontare in maniera pregnante ed insieme creativa, di volta in volta, un luogo, un evento, una situazione, un sentimento un'emozione.

Questo, in definitiva , è lo scopo che si propone questo corso, quello di fornire agli allievi le basi della comunicazione video conducendoli passo passo in un percorso che parte dall'attrezzatura, analizza poi le principali tecniche di ripresa da applicare sul campo, fino alla fase finale di editing, consistente nel montaggio video non-lineare e nella sua distribuzione, con lo scopo finale di produrre un video “bello e piacevole” da vedere in compagnia degli amici, sempre tenendo conto che “filmare” significa in primo luogo “comunicare”.

Il corso è costituito fondamentalmente da due parti: una teorica, in cui vengono illustrate le nozioni di base: uso dell’attrezzatura (telecamera, treppiede, faretto) e delle principali tecniche di ripresa (inquadratura, movimenti, angolazione); ed un’altra pratica, in cui verranno girate e montate alcune riprese effettuate in una uscita, tenendo conto dei “trucchi” propri del montaggio (titolazione, montaggio non lineare, inserimento tracce audio, effetti speciali e rendering), fino alla realizzazione del filmato finale.

Gli allievi avranno quindi modo di imparare tutte le fasi del processo di realizzazione del proprio video, attraverso un percorso semplice ed intuitivo, permettendo loro di avere a fine corso le basi per poter realizzare con successo un filmato amatoriale.

Durata e orari:

Il corso si articola in 8 serate, della durata 2 ore circa ciascuna.

L’orario è dalle ore 21:00 alle ore 23:00

Si terrà dal 6 Febbraio al 27 marzo 2017, ogni lunedì, presso il Circolo NOI "Il Ciliegio" della Parrocchia di Cristo Risorto, Via Cristoforo Colombo, 3  a Bussolengo

Numero minimo iscritti: 10, Massimo 20

A tutti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

I docenti: GABRIELE PIOVANELLI : Montatore e regista

SIMONE BAZZANELLA: Sceneggiatore, Fumettista, Creativo

Costo del corso € 80,00

Tematiche del corso: Attrezzatura; tecniche di ripresa; riprese in esterni; acquisizione, importazione e introduzione al montaggio; montaggio video semplice; montaggio video avanzato; realizzazione video finale; analisi dei lavori svolti.

Verona Report si riserverà di proporre alla fine del corso agli studenti più meritevoli e motivati, degli spazi sul proprio portale dedicati ai lavori di video-montaggio più belli realizzati durante e dopo il corso.

Per informazioni e iscrizioni: info@veronareport.it   tel: 0457151323

Vedi il depliant

Scarica il Modulo di iscrizione

Scarica il programma del corso

>>

BUONE FESTE !

25.12.2016 18:04

Da tutto lo staff di Bussolengo-vr i più calorosi auguri di un sereno Natale e di un nuovo anno da passare... alla grande!

Gli auguri di Verona Report

>>

VI ASPETTIAMO ALLE CASETTE DI NATALE

21.12.2016 18:57

Bussolengo-vr assieme all'Associazione Verona Report sarà presente il 23 e 24 dicembre alle casette di Natale messe a disposizione dall’amministrazione bussolenghese per le festività natalizie. Sarà l'occasione per incontrare gli utenti e i supporters dei propri canali video.
Se avete un progetto da proporre per amplificare la conoscenza delle vostre iniziative sul territorio veronese è il momento ideale per incontrarci e parlarne; se ci sarà possibile lo includeremo volentieri nella scaletta delle attività che stiamo pianificando in questi giorni per il 2017.

Altrimenti saremo ben contenti di incontravi e ricevere il vostro supporto e i vostri suggerimenti per fare ancora meglio quello che già ci detta la passione.

Verona Report ricorda inoltre, l’importante iniziativa che sta lanciando con il Corso di VideoMaker da Febbraio 2017 con docenti qualificati per rinforzare le competenze specifiche sul territorio e perché no avere l’opportunità di condividere la crescita e la passione di nuovi membri nella nostra Associazione. Per tutti coloro che fossero interessati all’iscrizione, distribuiremo ulteriori dettagli sul momento.
In attesa, Verona Report con le altre Associazioni presenti invita tutti a fermarsi alla propria casetta di Natale, ed in particolar modo sabato 24 dicembre alle 16.30 per lo scambio degli auguri in piazza: verranno offerte fette di pandoro per condividere la gioia della festa della luce, quella luce che le associazioni gratuitamente e generosamente cercano di tenere accesa giorno dopo giorno.

Il programma di Natale

>>

NATALE 2016 A BUSSOLENGO - NOVITA' E SORPRESE

25.11.2016 18:26

Il Natale a Bussolengo presenta un cartellone fitto di eventi ed appuntamenti che inizierà sabato 26 novembre con l’inaugurazione, per concludersi domenica 8 gennaio 2017.

Un Natale dei Bambini, ricco di sorprese e novità. Il centro del paese di trasformerà in un grande parco natalizio, pieno di luce e suggestioni.

La principale novità di quest’anno è il Grande Calendario dell’Avvento, alto 7 metri e lungo 28, montato su una struttura di metallo altrettanto imponente. L’ideazione scenica è del concittadino Maestro Bruno Prosdocini, che nell’opera ha voluto omaggiare Bussolengo, rappresentando monumenti, architetture e personaggi che caratterizzano il territorio e la storia del paese. Durante i fine settimana che precedono il Natale, alle ore 16.00, le finestre del calendario si apriranno attraverso un’animazione dedicata ai bambini, che prevede la narrazione di tradizioni natalizie e di curiosità sul Natale, che sapranno interessare e sorprendere grandi e piccini.

Avrà un suo spazio speciale, a lato della fontana, la Pista di Ghiaccio, che ospiterà bimbi e ragazzi che non vedranno l’ora di pattinare in lungo e in largo fino allo sfinimento. In compagnia del pupazzo Brr… vi saranno giochi creativi e giochi antichi realizzati con materiali di recupero. A far da cornice a tante iniziative saranno le numerose luminarie presenti nel centro storico, ma anche in Piazza del Grano, vicino alla Chiesa di Cristo Risorto, e a San Vito al Mantico, e giocattoli giganti appesi a decorare le vie del paese.

In Piazza XXVI Aprile vi saranno due grandi alberi di Natale, il Presepe, segno di fede e speranza che, nell’attesa di Gesù Bambino, ci deve ricordare il nostro impegno di persone solidali e attente verso il prossimo. La tradizionale Casetta di Babbo Natale quest’anno ospiterà il concorso a tema: “Caro Babbo Natale vorrei regalare … ad un mio amico”, che vedrà vincitori i disegni più significativi e originali presentanti dai bambini delle scuole primarie di tutte le scuole della provincia. Il magico mondo natalizio sarà popolato anche dagli elfi che si occuperanno delle Botteghe di Babbo Natale e dallo spettacolo di proiezioni luminose (mapping) sulla facciata della palazzina comunale, ogni fine settimana.

Ma Natale è anche occasione d’incontro e di piacevoli momenti da trascorrere in compagnia e l’amministrazione comunale intende farlo proponendo interessantissimi concerti e spettacoli.

Domenica 12 dicembre i Piccoli Musici di Santa Cecilia metteranno in scena Aristocarmen, presso il teatro di Santa Maria Maggiore. Sabato 17, le corali del territorio si esibiranno nel tradizionale concerto Cantando il Natale, presso la Chiesa di Santa Maria e Maggiore e la sera successiva, il 18, la forza del Corpo Bandistico Città di Bussolengo non smetterà di stupirci nel Concerto di Natale.

La sera di venerdì 23, la suggestione delle note dirette dal M° Andrea Battistoni e l’accompagnamento al pianoforte dal M° Sergio Baietta, saranno l’omaggio ai grandi della musica di tutti i tempi, il concerto si terrà presso la chiesa di Santa Maria Maggiore.

Il giorno lunedì 26 dicembre, come da tradizione, presso il Santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso si terrà il Concerto di Santo Stefano, con l’esibizione del Coro Alfonsiano.

Nella serata di Capodanno, in attesa della mezzanotte, saranno presenti in Piazza XXVI Aprile stand enogastronomici e musica con il Dj Stefano Zocca.

Nel giorno del primo dell’anno alle ore 11:00 ci incontreremo per gli AUGURI al BALCONE DEI DESIDERI , in Piazza della Vittoria, con il Concerto di Capodanno.

E, come da tradizione, mercoledì 6 gennaio alle ore 19:45, presso la sede Gruppo Alpini di Bussolengo, vi sarà il classico BRUIEL DELL’EPIFANIA.

Sabato 7 gennaio, il Concerto diretto dal M° Matteo Valbusa con Insieme corale Ecclesia Nova , accompagnato dall’arpa magistralmente suonata dal M° Davide Burani, si terrà presso il Santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso.

L’assessore alle Attività Produttive, Carlo Maraia, sottolinea la conferma della collaborazione con l’Associazione Bussolengo Shopping, alla quale 80 commercianti del paese hanno dato un concreto sostegno, che ha permesso di realizzare, anche quest’anno, un’interessante offerta che certamente non mancherà di incuriosire e attrarre i numerosi visitatori. Il Comune di Bussolengo ha aderito al progetto Natale a Verona, ideato dalla Confcommercio Verona che, con la presenza delle Botteghe di Babbo Natale, ha contribuito a rendere più interessante l’offerta commerciale.

L’Assessore alle Manifestazioni e Cultura, Katia Facci, riferisce che il centro storico diventerà occasione d’incontro per i Bussolenghesi e per tutti color che verranno a visitare il nostro paese. Le vie principali saranno vestite a festa per un Natale pieno di luce e magia. Un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione di questa iniziativa, cui l’Amministrazione Comunale tiene particolarmente, ai commercianti, agli imprenditori, ai dipendenti comunali e ai volontari, grazie ai quali riusciremo a creare un indimenticabile Natale a Bussolengo.

Il Sindaco, Maria Paola Boscaini, riferisce che si è molto lavorato per riuscire a proporre un calendario ricco di novità e originalità. L’opera del concittadino Bruno Prosdocimi propone qualcosa di unico nel suo genere. Dà valore e risalto al territorio grazie alla trasposizione artistica dei luoghi e dei personaggi che caratterizzano il nostro paese e ci auguriamo possa contribuire a far sì che tutti i cittadini si riconoscano in un’identità collettiva e di comunità, che è alla base dello spirito natalizio.

Oltre un mese di eventi e iniziative che susciteranno l’interesse di bambini e di adulti, per vivere il nostro paese che grazie alle molte risorse è pur sempre un grande polo riferimento per tutta la provincia di Verona.

Calendario degli eventi

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Promozione del Territorio

tel. 045.6769939 o  manifestazioni@comune.bussolengo.vr.it  www.comune.bussolengo.vr.it

 

>>

50 anni fa, la piena dell'Adige sommerse Pescantina

05.11.2016 00:24

Non solo Firenze ma anche Venezia e il Veneto furono duramente colpiti dalle alluvioni del Novembre del 1966. L'Adige raggiungeva la sua altezza massima nella notte tra il 3 e il 4 Novembre e innondava in buona parte Pescantina. Tanti avranno ancora impresso nella mente quelle drammatiche ore in cui le acque fangose invadevano la strada e le case prossime al fiume causando danni e disagi. Fu probabilmente questo l'evento più disastroso causato dall'Adige nel secolo scorso; tante ondate di piena si sono succedute negli anni successivi ma mai di una portata simile a questa del 1966.

La piena dell'Adige del 1966 fu addirittura maggiore a quella, catastrofica per Verona del 1882, ma la città e la bassa pianura furono salvate dalla galleria fatta scavare negli anni 50 che metteva in comunicazione il fiume col lago di Garda fra Mori e Toirbole permettendo di far defluire parte delle sue acque nel bacino lacustre.

 

Alcune immagini mostrano chiaramente il livello raggiunto dall'acqua costringendo la popolazione a evacuare le case e a spostarsi usando le barche.

La galleria Adige-Garda

>>
<< 1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>

Nasce bussolengo-vr

Dopo anni di esperienza con Verona Report ora, nell'ambito della stessa, diventata associazione, ci rivolgiamo al paese dove noi operiamo ed abbiamo la nostra sede.

Nasce così bussolengo-vr . un portale dedicato interamente a Bussolengo in cui andremo ad inserire i nostri lavori (servizi, reportage, storie, eventi) riguardanti appunto il nostro paese. Il tutto in stretta collaborazione con Verona Report la quale invece ha una base di azione più vasta che è quella del territorio di Verona e delle province limitrofe.

Iniziamo ora ad inquadrare il nostro territorio da un punto di vista un po' insolito con un volo radente fra chiese piazze e panorami...

Cerca nel sito

© bussolengo vr 2015 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode