FORTE SALADINI

L'opera appartiene come i precedenti alla prima generazione dei forti austriaci (1850-1853) e assieme agli altri precedenti difendeva il fronte occidentale della piazzaforte di Peschiera. Il complesso posto sulla sommità di un colle disponeva di una doppia linea di fuoco in barbetta su due livelli del terrapieno e in casamatta nel perimetro del ridotto. Il ridotto di forma tondeggiante su due piani comprendeva il tamburo sul fronte di gola leggermente tanagliato. Nel fosso correva il muro staccato e due caponiere a “orecchie di gatto” erano poste ai vertici destro e sinistro mentre il muro di controscarpa era solo sul fronte principale. Anche il forte Saladini fu sottoposto a lavori di rafforzamento negli anni 1860/61 il suo Presidio era composto da 192 uomini ed era armato con 19 cannoni. Ora, di proprietà privata, è discretamente conservato ma ormai invaso dalla vegetazione.

Cerca nel sito

© bussolengo vr 2015 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode