FORTE FENILAZZO

Il Forte Fenilazzo va a chiudere l'anello fortificato in prossimità del lago a nord-est della piazzaforte di Peschiera. Costruito fra il 1861 e il 1862 appartiene alla terza generazione dei forti austriaci. Realizzato in pietra da taglio squadrata e volte in mattoni, la sua pianta è di forma ottagonale simmetrica col fronte di gola rientrante di circa 100 gradi. Il ridotto, unico fra i forti di questa generazione, è formato da due corpi distinti: una parte a pianta ricurva, a un piano voltato, si protende verso il fronte di gola e funge da caponiera. Mentre l'altro blocco, posto al centro del forte, è di pianta trilobata a due piani con volte di laterizio. Oltre al terrapieno perimetrale, dove erano installate le postazioni in barbetta, correva il fossato con muro staccato e le tre caponiere erano poste una sulla capitale e le altre due ai lati, a cui non corrispondeva il rivestimento di controscarpa. Le caponiere erano accessibili da tre poterne ricavate, una sulla capitale e due aderenti ai lati del fronte di gola. Era armato con 18 cannoni e il suo presidio comprendeva 314 soldati. Ceduto a privati all'inizio del Novecento venne destinato ad attività industriali. Tutte le opere in terra furono spianate e le caponiere distrutte. Rimane ancora perfettamente conservato il ridotto centrale anche se invaso dalla vegetazione spontanea.

Cerca nel sito

© bussolengo vr 2015 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode