FORTE MASUA

Sul Monte Pastello Adagiato su un pianoro a nord della vetta, a 940 m s.l.m. il Forte Masua è una possente struttura costruita dagli Italiani fra il 1880 e il 1885. I forte chiude la linea difensiva dell'Adige, sul versante sinistro della valle. Di pianta poligonale e simile ai forti austriaci di Pastrrengo, presentava una grande eleganza formale ed era a contatto visivo col Forte Cimo Grande e col Forte S.Marco sull'altro versante della Valle. Due caponiere erano poste ai vertici laterali e un tamburo proteggeva il fronte di gola, era circondato da un fossato e l'accesso avveniva tramite un ponte levatoio. Costruito in pietra (rosso ammonitico), presentava un fossato tutto intorno e un terrapieno lo mimetizzava nel dosso sul quale era collocato. Nel suo perimetro vi erano le feritoie per fucilieri e le artiglierie erano poste in barbetta e sui terrapieni. All'interno, oltre a una cisterna per l'acqua erano presenti tutte le infrastrutture necessarie per l'alloggiamento e il combattimento della truppa e poteva ospitare in completa autonomia una guarnigione di 840 soldati. Nei primi anni del Novecento ha subito un aggiornamento con l'aggiunta di una poderosa batteria di sei cannoni su cupole girevoli sulla parte sommitale di una nuova costruzione posta di traverso rispetto all'ordinamento degli altri manufatti, raccordandosi perfettamente alla struttura esistente. Dal 1916 il forte fu disarmato è trasformato in deposito. Successivamente ceduto a privati si presenta ora in discreto stato di conservazione nelle sue opere murarie, nel fossato e nei terrapieni. Situato in un contesto ambientale di indubbio interesse potrebbe inserirsi in un percorso storico-naturalistico utilizzando le strade militari che lo collegano a Dolcè, nel versante dell’Adige e a Monte verso la Valpolicella.

Cerca nel sito

© bussolengo vr 2015 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode