APERTURA MOSTRA-MUSEO DEL CANALE BIFFIS

16.02.2017 22:49

 

Sarà inaugurata domenica mattina 19 febbraio la Mostra /Museo permanente relativa al Canale Biffis, allestita presso la Centrale Idroelettrica di Bussolengo.

Grazie ad una piena condivisione d’intenti tra le proposte avanzate dall’amministrazione di Bussolengo e la disponibilità della dirigenza della società Hydro Dolomiti Energia, che gestisce la centrale di Bussolengo, si è riusciti ad arrivare alla creazione di un percorso espositivo permanente, sull’ideazione la progettazione e la costruzione del Canale Biffis.

I lavori di costruzione del canale iniziarono nel 1929 ma subirono presto una sospensione dovuta alla crisi economica mondiale. Ripresero solo una decina d’anni più tardi e vennero portati al termine entro il 1943, in piena Guerra Mondiale. L’opera risultava da subito titanica, con la maggior parte degli scavi eseguiti a mano e con metodi di lavoro oggi inimmaginabili. La valle dell’Adige veniva trasformata in un enorme cantiere dove, alle varie imprese partecipanti veniva affidato un tratto del canale. In pochi anni, si vide nascere  e portare a compimento una grandiosa opera di ingegneria, mirabile e ancora oggi apprezzata.

Il museo contiene una cospicua documentazione storica con planimetrie, foto originali delle varie fasi dei lavori di costruzione. La complessa ricerca documentale è anche raccolta in un volume monografico del prof. Claudio Malini, dal titolo: Il Canale Biffis, visionabile all’interno dell’aera espositiva.

La centrale funziona tuttora a pieno regime, dopo oltre settant’anni dalla sua costruzione e, seppur con le dovute modifiche e gli aggiornamenti tecnologici dovuti alle più restrittive norme di sicurezza, produce l’energia necessaria ad un bacino d’utenza di oltre 800.000 persone. Tutto questo utilizzando una fonte rinnovabile e non inquinante,: un aspetto assolutamente importante da considerare come esempio e da trasmettere alle future generazioni.

Il Sindaco Boscaini, che insieme all’ing. Lorenzo Cattani, amministratore delegato e direttore di Hydro Dolomiti Energia, hanno condiviso e creduto nel valore di questa esposizione, si dichiara molto soddisfatta di poter offrire alla cittadinanza e ai visitatori, una memoria storica di quella che fu e rimane una grande opera di ingegneria e di costruzione, che ha rivoluzionato la qualità della vita della popolazione della provincia veronese.

La mostra, allestita presso la centrale di Via Azzolini, a Bussolengo, sarà visitabile da gruppi e scolaresche, già a partire dalle prossime settimane, grazie alla disponibilità dei volontari del progetto Pagus Pictus.


Maggiori informazioni

 

 

Indietro

Cerca nel sito

© bussolengo vr 2015 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode